Posts contrassegnato dai tag ‘la canzone del giorno’

!!!ENGLISH!!!

Restiamo in Italia con il nostro giorno 179, alla scoperta di una rockstar 100% made in Italy.

Un curriculum artistico impressionante, che vanta una collaborazione da chitarrista con i Litfiba ed un’altra, in corso da anni, con Ligabue. E come se ciò non bastasse, tra una tournèè e l’altra ha avuto modo di incidere 3 album solisti, senza fermarsi mai.

“Cancellando Ogni Distanza” è un estratto dall’album “Nella Fretta Dimentico” di Federico Poggipollini, 11 tracce piene di rock and roll e qualche sfumatura blues. Un rock molto italiano, le influenze delle band in cui ha militato il chitarrista/cantante sono evidenti, ma non sono determinanti: creare nuovi suoni a partire dalla propria esperienza, l’essenza del musicista.

Via con il video!

CANCELLANDO OGNI DISTANZA – Testo

Se fossero i tuoi occhi
O come sei tu
A farmi stare bene
A farmi stare su
Sarebbe logico, facile, comprensibile
Sarebbe logico, semplice, inevitabile
E invece e il tuoi profumo
Che resta sulle mani
Ed io sento accanto anche quando ti allontani
Invece il tuo profumo
Che resta nell’aria
Che resta sulla pelle
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza
Se fosse la bellezza
O come sei tu
Che quando ti si vede non ti si scorda più
Sarebbe logico, facile, comprensibile
E invece e il tuoi profumo
Che resta sulle mani
Ed io sento accanto anche quando ti allontani
Invece il tuo profumo
Che resta nell’aria
Che resta sulla pelle
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza
Non so se sai che senza te non è lo stesso
Non so se sai che senza te
E invece è il tuo profumo
Che resta sulle mani
Ed io sento accanto anche quando ti allontani
E invece è il tuo profumo
Che resta nell’aria
Che resta sulla pelle
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza
Cancellando ogni distanza

!!!ENGLISH!!!

Bassista, cantante, fotografa, modella. E nell’ultimo album, ha voluto aggiungere un concept movie e un fumetto.

Melissa Auf der Maur è un’artista a 360 gradi, dapprima nota al grande pubblico per la sua collaborazione come bassista per le Hole di Courney Love, ed in seguito grazie ai sue due album solisti, “Auf der Maur” del 2004 e “Out of  Our Minds” del 2010.

Il pezzo di oggi fu il terzo ed ultimo singolo estratto e pubblicato dal primo album, e si avvale delle collaborazione come seconda voce di Mark Lanegan. Un’altra particolarità: la canzone esiste sia in versione inglese e francese, due lingue in cui Melissa è completamente a suo agio in quanto di origini canadesi.

A voi il video del giorno 173!

 

Taste You – Testo

Oh my love, oh my love
I can’t hear you my love
Tell me where have you gone?

Oh my love, oh my love
I can’t taste you my love,
Tell me what have I done?

Plug it in, so I can digest you
I will taste you

Far away, far away
I can’t feel you today
I need healing my love

Appetite running fast
Following my gut
Turning up every rock

You’re disappearing my love,
I need louder than this
Please fill me up

Good tidings I bring
To you and your sins
I’ll forgive

Come to me
Plug it in, so I can digest you
I will taste you (Ooh ooh)
My appetite in that hole
Tempt you with it now
I will taste you (Ooh ooh)
Please shake me and tug,
I need shaking my love
Can’t you be the one?

I can’t fake it my love,
I need filling come on,
I need it louder than bombs

Come to me
Plug it in, so I can digest you
I will taste you (Ooh ooh)
My appetite in that hole
Tempt you with it now
I will taste you (Ooh ooh)

Feel that movement my love?
Pulling up from above
Are you listening love?

My emptiness in a way,
Is tempting,
Guiding you from my gut
I will taste you, I’ve got a big mouth,

Oh my love, oh my love
I can’t hear you my love
Tell me where have you gone?

Far away, far away
I can’t feel you today
I need healing my love

!!!ENGLISH!!!

I più informati visitatori del sito forse si ricorderanno di lui in quanto ex-chitarrista degli Evanescence. Ne è passato di tempo dal 2003, quando per motivi di salute dovette interrompere la collaborazione con Amy Lee e la band.

E nel 2009, dopo innumerevoli collaborazioni importanti (Anastacia, Celine Dion, Avril Lavigne…), vede la luce All For This, il primo album solista di Ben Moody. Un disco di rock americano, più sullo stile Daughtry che Evanescence, e forse per questo molto più libero ed espressivo in alcune canzoni, come quella presentata oggi.

“Just Like Everybody” conclude il cd, ed è una canzone su un tema molto trattato e sempre nuovo: la maschera. Come siamo noi, come ci vedono gli altri. Il peso del proprio “ruolo”, da interpretare giorno dopo giorno, che ci fa sentire colpevoli.
E l’ultima frase, quella della consapevolezza: tutti fanno così, fa parte della vita. I cori nela canzone sono di Hana Pestle, giovanissima cantante americana che ha appena lanciato il suo nuovo EP “For The Sky“.

Non è rimasto con le mani in mano nemmeno Ben Moody . Alla carriera solista si è intrecciata la vita di una nuova band, i We Are The Fallen, che finora hanno pubblicato l’album “Tear The World Down” (2010) ed accompagnato gli Him nella loro tournèè americana.

Molti progetti, dunque. In attesa di vedere gli sviluppi che avranno, ascoltiamoci il pezzo di oggi!!

Just Like Everybody – Testo

Well I guess I lied,
I don’t have much in common with the world outside.
No one really knows how much I have to hide.
With that I’m really very ugly deep inside,
I wish I was just like everybody.

Nothing changes, I wish I didn’t have to tell a lie today,
But I know no one could ever love me anyway,
And any good you get from me is just the more I pray.
I wish I was just like everybody.

I, I, I’m so afraid
I, I, I’m so afraid…

Well it seems,
I’m no longer a child and this is not a game.
I see so many suffering,in time to play
But underneath my eyes at least, I’m sick with shame,
I wish I was just like everybody.

So turn away,I wish I could’ve saved you
From the pain I bring.
But there’s no truth behind the pretty songs I sing,
I’m not sure I ever believed, anything.
I wish I was just like everybody.

I, I, I’m so afraid
I, I, I’m so afraid…

Well I guess I lied,
I wear the same old mask,as everyone outside .
And everybody knows about the shame I hide
That I’m really very ugly deep inside.
I’m so, afraid.
I’m so, afraid!
I’m so afraid…

I’m just like everybody.

!!!ENGLISH!!!

 Punk rock di qualità. Non c’è modo migliore di definire la musica dei 3 Feet Smaller, band austriaca attiva dal 2001, che ha di recente pubblicato il 5 album.

La canzone di oggi è un estratto dall’album del 2002 “Insert Album Title Here: …..” : la band iniziò ad acquisire una certa fama a livello europeo con il cd seguente, guadagnandosi la tournèè con un gruppo di prim’ordine quale gli Offspring.
Nonostante non sia stato fatto un video ufficiale, il pezzo rende l’idea sulle sonorità della band, ed è una traccia che, seguendo la filosofia di Onesongfortoday, meriterebbe di sicuro un posticino nel vostro lettore mp3!

Provare per credere: ecco a voi “Dancing in the rain” !!

DANCING IN THE RAIN – Testo

Can’t someone tell me what I’ve done wrong?
I don’t wanna see your face all day long.
I can’t fall asleep when you’re not laying by my side,
but when I wake up I won’t look into your eyes.

Well, I don’t know what’s wrong with me. I can’t make it right.
‘Cause when we start to talk we start to fight.
And I’m smiling while I’m crying. I don’t wanna be alone.
I’m dancing in the rain on and on.

‘Cause I don’t want you. I don’t need you.
But I just can’t live without you.
I don’t want you. I don’t need you.
But I just can’t live without you.

I cannot say it’s over ‘cause you’re always coming back.
With all those tears in your eyes I’m feeling like a wreck.
In this relationship in which we’re in, it’s not love anymore, it’s routine.

Well, I don’t know what’s wrong with me. I can’t make it right.
‘Cause when we start to talk we start to fight.
And I’m smiling while I’m crying. I don’t wanna be alone.
I’m dancing in the rain on and on.

‘Cause I don’t want you. I don’t need you.
But I just can’t live without you.
I don’t want you. I don’t need you.
But I just can’t live without you.
‘Cause I don’t want you. I don’t need you.
But I just can’t live without you.
I don’t want you. I don’t need you.
But I just can’t live without you.

!!!ENGLISH!!!

Sfondare in Italia cantando in inglese è un’impresa a dir poco ardua, ma tutto è possibile con una voce così.

“Labyrinth” fa parte del primo album di Elisa Toffoli, nota al pubblico semplicemente come Elisa. “Pipes and Flowers” uscì nel 1997, al ritorno dagli Stati Uniti della cantante, all’epoca ventenne. Il pubblico rispose molto bene alle canzoni della giovane triestina, e l’album arrivò a quattro dischi di platino.

Secondo singolo di “Pipes and Flowers“, per “Labyrinth” furono girati due video musicali distinti a distanza di anni. La distribuzione del singolo fu a sua volta molto particolare: nessun cd, ma un vinile da 12 giri, su cui era registrato anche il singolo “Sleeping in your hand”.

Quello che vi presentiamo oggi è il primo video, datato 1998. Gustatelo!

Labyrinth – testo

Just like a spy through smoke and lights
I escaped through the back door of the world
and I saw things getting smaller
fear as well as temptation.

Now everything is reflection as I make my way through this labyrinth
and my sense of direction
is lost like the sound of my steps
is lost like the sound of my steps.

Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog
Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog

I see my memories in black and white
they are neglected by space and time
I store all my days in boxes
and left my whishes so far behind
I find my only salvation in playing hide and seek in this labyrinth
and my sense of connection
is lost like the sound of my steps
is lost like the sound of my steps.

Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog
Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog

Words sounds music and I’m spinning in
Words sounds music and I’m spinning out
but I want to stay here
‘cause I am waiting for the rain
and I want it to wash away
everything, everything, everything.

Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog
Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog

Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog
Scent of dried flowers and I’m walking through the fog
walking through the fog