Day 57: “La Follia Della Donna” – Elio E Le Storie Tese

!!!ITALIANO!!!

Today’s band, suggested by a reader whom I would like to thank, is one of the most interesting ones in Italy, both for technique and composition. EELST represent a noticeable musical phenomenon: they are and remain a crazy band, but still their talent and originality make them reach a very high artistic level, as their many important collaborations show. It is not for case that they are inspired by Frank Zappa.

Today’s song is very well built-up both from the harmonic and melodic point of view, and is contained in the album Cicciput, 2003. This version is played with the orchestra, and you can see the bass player Faso on drums and the drumer Christian Meyer on “sabots”, which is fantastic; but if you listen to the l’original version, you can have fun trying to guess all the hidden quotations, such as sampled guitar parts from the album Wish You Were Here by Pink Floyd at the beginning of the track, or James Taylor‘s acoustic guitar (also sampled). In the second verse you can hear a theremin, the most ancient electronic instrument, which was invented in the 10’sand is played by keeping your hands further and closer to it without touching it. The speech at the beginning is by Nicola Savino.

Lyrics

[Nicola Savino – Parlato] Si chi è? Ah ciao, Rogger. E no, sto a cantà un pezzo dai! E nun te posso fa salì, ve conosco a voi Pink Floyd! Poi ve pijate l’idea mia pe’ fa li dischi vostra eh. Mò te saluto, sta a girà il nastro devo dì scarpe, ciao.
Scarpe, di merda, da donna, che costano milioni all’uomo.
[Nicola Savino Parlato] E pensare che tutto questo lo hanno deciso…
i ricchioni.C’è un cartello di ricchioni
che ha deciso che
l’anno scorso andava il rosso
e quest’anno il blè.
Pantaloni a coste
che costavano al mercato euro 23
oggi li trovi alla boutique
comprati dalle donne ricche.
L’han deciso i ricchioni e io devo accettarlo.La follia della donna
quel bisogno di scarpe
che non vuole sentire ragioni
cosa sono i milioni
quando in cambio ti danno le scarpe.Non hai mai pensato a un tatuaggetto
la tua amica sfoggia un tatuaggetto
corri, corri a farti un tatuaggetto
d’improvviso hai bisogno di un tatuaggetto, un tatuaggetto, un tatuaggetto.
D’un tratto non ti piace più,
che fai? Lo togli, non puoi.
Ne fai un altro più grosso.La follia della donna,
il disagio mentale
di iniettarsi l’inchiostro con gli aghi
sciabattando poi vaghi
per le vie della moda…
In sabot
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...