Archivio per la categoria ‘Uncategorized’

Pubblicato: 25 novembre 2011 da matteolapenna in Uncategorized
Tag:

Annunci

!!!ENGLISH!!!

A giorni divideranno il palco con gli Alter Bridge nella loro tournéé europea, ed avremo modo di vederli in Italia nelle seguenti date:

22.10 MILANO – Palasesto
24.10 BOLOGNA – Estragon
25.10 ROMA – Atlantico
26.10 PORDENONE – Palasport

La canzone di oggi appartiene al terzo cd dei Black Stone Cherry, “Between the Devil & the Deep Blue Sea“, uscito quest’anno. Si tratta di un caso particolare, in quanto il gruppo non ha rilasciato ufficialmente l’album: la pubblicazione anticipata sarebbe dovuta ad un errore di un impiegato della Walmart, che ha fatto sì che l’album venisse distribuito online prima del tempo.

Per questo, non c’è alcun video ufficiale a riguardo: ma possiamo sempre studiarci la canzone nell’attesa dei loro concerti italiani!!

All I’m Dreamin’ Of – Testo

Something about our world today
That makes me wanna cry
There’s too much anger and too much pain
Too much money and too many lies
If I could have one wish tonight
I would beg of us to forget our pride
If we could do just one thing right,
We could help each other to love our lives.

[Chorus]
All I’m dreamin of is good times, good friends, and somebody to love.
All I’m dreamin of is no fears no tears and blue skies up above.

There’s people around us everywhere
Who need help like you and me
A family was taken by a storm
And we just watched it on tv.
If I could have one wish tonight
I would beg of us to forget our pride
If we could do just one thing right
We could help each other to love our lives.

[Chorus]

When one things right another is wrong
But in the end love will always keep us strong.

All I’m dreamin of is a house on a hill and somebody to love
All I’m dreamin of is the sun to shine and blue skies up above.

!!!ENGLISH!!!

Molti li ricordano per pezzi come Blurry, o She Hates Me, ma oggi proponiamo un brano un po’ meno conosciuto, tratto dal quinto album dei Puddle of Mudd, intitolato Famous, uscito ben 6 anni dopo il successo planetario Come Clean.

La band canadese capitanata da Wes Scantlin propone in questo album una serie di brani cercando di variare un po’ i toni ed evitare un eccessivo piattume, passando dalla ballad al punk-flavour alla classica hit rock, pur rimanendo coerenti al loro stile e creando un lavoro omogeneo, che possiamo collocare nel genere post-grunge.

Di questo piacevole disco ci è rimasta particolarmente impressa la canzone che proponiamo oggi, Radiate, e sperando sia di vostro gradimento vi auguriamo buon ascolto!

Testo Radiate – Puddle of Mudd

It’s the saddest sight, how you are tonight
I’m pushing through just to make you melt away
Are you all alone? Is someone home?
Is there nothing left for us to take?
Cause if you believe, we can surely find a way
What more can I say?

[Chorus]
Does it radiate?
Does it break your heart in two?
Does it take you down when you don’t know where you’re running to?
Does it save your faith?
Does it ever go that far?
What else is it for?

We can run away, leave the world behind
The human race and this imaginary grace (I can see us breaking)
Is there something more?
We won’t know till we try
The future’s open wide

[Chorus]
Does it radiate?
Does it break your heart in two?
Does it take you down when you don’t know where you’re running to?
Does it save your faith?
Does it ever go that far?
What else is it for?

[Bridge]
Twisted bent turned around
Just about lost inside your maze
We can let it go and take a chance today
Are we better off on our own?
Nobody to tell us what we’ve got and what we don’t

[Chorus]
Does it radiate?
Yeah it does for me
I can take you down
It will knock you over to your knees
Let it save your faith
We can let it go that far, what else is it for?

Twisted bent turned around
Just about lost inside your maze

!!!ENGLISH!!!

Oggi vi propongo una melodia splendida e capace di evocare in maniera incredibilmente nitida luoghi e sensazioni ispirati da ricordi d’infanzia dell’autrice, interpretata poi in un modo che ritengo sublime. Il brano, in dialetto siciliano, fu scritto da Giuni con la collaborazione di Maria Antonietta Sisini, autrice di molte delle musiche della cantante siciliana, e cantato con Franco Battiato, grande amico e spesso anche autore e arrangiatore dei suoi lavori. L’album è Se Fossi Più Simpatica Sarei Meno Antipatica, del 1994.

Sinceramente credo che una voce come quella di Giuni Russo avrebbe meritato un successo a livello mondiale, e soprattutto le case discografiche (si vedano i rapporti tra Giuni e la CGD negli anni Ottanta) avrebbero dovuto lasciare che seguisse le sue onde emotive regalandoci delle emozioni profonde, piuttosto che badare sempre e solo al mercato e lanciare sempre e solo le hit da juke box di spiaggia perché “funziona”… Sono certo che dopo queste note sarete d’accordo con me.

Lyrics

Duminica jurnata di sciroccu
Fora nan si pò stari
Pi ffari un pocu ‘i friscu
Mettu ‘a finestra a vanedduzza
E mi vaju a ripusari
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so putenza strogghi ‘u mo pinzeri
Ah! Ah! ‘U cori vola s’all’umbra pigghi forma e ti prisenti
nan pozzu ripusari.
‘U suli ora trasi dintr’o mari
e fannu l’amuri
‘un c’è cosa cchiù granni
tu si la vera surgenti
chi sazia i sentimenti
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so calura crisci e mi turmenta
Ah! Ah! ‘U cori vola sintennu sbrizzi d’acqua di funtana
‘ndo mo’ jardineddu mi piaci stari sula.
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so calura crisci e mi tormenta
Ah! Ah! ‘U cori vola sintennu sbrizzi d’acqua di funtana
‘ndo mo jardineddu mi piaci stari sulu
mi piaci stari sula

!!!ENGLISH!!!

Because of The Times, terzo album dei Kings of Leon, ha venduto oltre un milione di copie in tutto il mondo, e la canzone di oggi è stata il primo singolo rilasciato da quest’album, nel 2007.

Una band tutta “in famiglia” quella di oggi, formata dai fratelli Anthony, Ivan e Michael Followill, con il loro cugino Cameron Followill. I Kings of Leon hanno raggiunto il massimo successo specialmente grazie all’album successivo a questo, Only By The Night, uscito nel 2008, e di cui è conosciutissima la canzone Use Somebody.

Non voglio dire di più di questa band decisamente già nota, ma solo suggerirvi questo pezzo per me speciale.

Testo On Call – Kings of Leon

She said call me now baby, and I’d come a running.
She said call me now baby, and I’d come a running.
If you’d call me now, baby then I’d come a running.

I’m on call, to be there.
One and all, to be there.
And When I fall, to pieces.
Lord you know, I’ll be there waiting.

To be there.
To be there.

I’m on call, to be there.
One and all, to be there.
And When I fall, to pieces.
Lord you know, I’ll be there waiting.

I’m gon’ brawl, so be there.
One for all, I’ll be there.
And when they fall, to pieces.
Lord you know, I’ll be there laughing.

I’d come a running.
I’d come a running.
I’d come a running.

To be there.
To be there.

I’m on call, to be there.
I’m on call, to be there.
I’m on call, to be there.
I’m on call, to be there.

Link e riferimenti esterni:
sito ufficiale